Astrattismi: mostra di opere di Giorgio Binda

Astrattismi” è la mostra di opere di Giorgio Binda, l’artista romano che guarda all’arte astratta come una possibilità di rappresentare anche ciò che non esiste nella realtà.

Binda ha intrapreso la sua vocazione per l’astrattismo nel 1998, disegnando quadri in cui i soggetti astratti erano replicati regolarmente. Nel corso degli anni si allontanò quasi completamente dalla schematicità che esisteva ancora nelle sue rappresentazioni e si lasciò guidare dal caso per realizzare opere dal risultato finale inaspettato. Oggi l’artista si muove tra le varie correnti dell’astrattismo e ha raggiunto una maturità tale da aver sviluppato una propria tecnica pittorica che, come una firma, rende immediatamente riconoscibili i suoi quadri.

L’esposizione “Astrattismi” rappresenta un vero e proprio racconto dell’esperienza artistica di Giorgio Binda perché si articola in quattro sezioni ognuna delle quali coincide con una fase astrattista dell’autore.

La mostra di opere di Giorgio Binda è ospitata presso l’area artistico-culturale WarmtHub dell’Warmthotel fino al 31 ottobre 2022.Il percorso comincia con la sezione “Colors” in cui sono presenti lavori che esprimono la ricerca dell’essenzialismo dell’artista, raffiguranti forme e ramificazioni di linee dalla colorazione che comprende l’intero cerchio cromatico.

L’esposizione prosegue con “Monochrome”, dove l’uso del colore scompare ma resta inalterato il tema della sezione precedente.Dopo questi periodi caratterizzati dalla libertà delle forme, Binda decise di rompere gli schemi trovando nelle geometrie l’espressione dell’essenziale, non a caso la sezione dove sono esposte queste opere è denominata “Geometric”. Tuttavia persiste ancora la tecnica pittorica e ritorna l’uso del colore caratterizzante la prima fase.

L’ultimo periodo esposto nella sezione “Fluids” segna l’allontanamento dalla realtà dove le forme scompaiono definitivamente lasciando spazio al solo colore che, presentato in toni e sfumature diverse e steso a strati casuali, scatena intense sensazioni negli spettatori ed evoca immagini suggestive.

Per questa mostra Giorgio Binda trasforma anche gli oggetti in opere d’arte integrandoli nei suoi capolavori, come le lampade che l’autore adopera per esaltare i suoi dipinti.

AVVISO

Avvisiamo la gentile clientela che dal giorno

8 al 31 Agosto

il ristorante sarà chiuso per ferie.