IL CARNEVALE A ROMA

Il termine “carnevale” deriva dalla locuzione latina “carnem levare”, letteralmente “privarsi della carne”, e si riferiva all’ultimo banchetto che tradizionalmente si teneva l’ultimo giorno prima di entrare nel periodo di Quaresima, dunque nel martedì grasso prima del mercoledì delle ceneri.

Le prime tracce certe del Carnevale di Roma risalgono al dodicesimo secolo, fu uno dei principali festeggiamenti della Roma pontificia. Questa festa dedicata al dio Saturno, vedeva la partecipazione di tutta la popolazione di Roma, senza distinzioni di sesso, razza e ceto sociale. Infatti, i romani dicevano che solo durante questo breve periodo era consentito trasgredire alcune rigide disposizioni in materia di decoro e ordine pubblico. Gli eventi più attesi del carnevale romano erano: la Festa dei Moccoli, vera fiaccolata dove tutti cercavano di rubare o spegnere la fiamma del moccolo altrui, e la corsa dei cavalli berberi senza fantino.

 

Ormai le maschere tipiche sono un lontano ricordo e i bambini attingono soprattutto ai cartoni animati più alla moda ma le maschere classiche romane mantengono inalterato il loro fascino, tra queste ricordiamo: Rugantino, amabile furfantello con un fazzoletto in testa e una fascia alla vita, romantico protagonista di una delle storie d’amore più famose della tradizione romana rappresentata anche in vari musical a teatro. Meo Patacca, un popolano attaccabrighe di Trastevere, sempre pronto a buttarsi nella mischia, con una retina in testa dalla quale sbuca un simpatico ciuffo. Cassandrino, il nobile credulone che vi saluterà con il suo tricorno e la giacca a coda di rondine.

 

Tra uno scherzo e una risata, tra giochi e coriandoli colorati, recatevi con i dolci tipici del carnevale a Roma: le frappe (chiamate anche chiacchiere o bugie), sono dolci a forma di striscia spesso annodata a formare una sorta di fiocco preparati con un impasto di farina, uova e zucchero che viene poi cotto al forno oppure fritto ed infine arricchito da una spolverata di zucchero a velo; le castagnole che rimandano all’antica Roma, sono palline di farina, uova, zucchero e burro che vengono fritte e poi ricoperte di zucchero a velo e cannella. Spesso sono vuote ma se ne trovano anche nella golosissima versione ripiena di ricotta, crema o più raramente cioccolato e limoncello. Una vera delizia da non lasciarsi scappare!

 

Il Carnevale a Roma si caratterizza per il contrasto tra le antiche maschere della tradizione popolare e i carri costruiti con le nuove tecnologie, che trasformano la fantasia in realtà. Un modo che si rinnova ogni anno per liberarsi dalla routine quotidiana e fare festa tutti insieme senza prendersi troppo sul serio. Se avete in programma un soggiorno a Roma durante il periodo carnevalesco, preparatevi a vivere un’atmosfera di festa e giubilo per le strade e le piazze dell’Urbe, da Via del Corso a Piazza del Popolo.

AVVISO

Avvisiamo la gentile clientela che il giorno

Mercoledì 8 Giugno

il ristorante sarà chiuso per lavori.