Finta Cupola

La meraviglia dell’arte, dell’architettura, dell’ingegneria e dei panorami sono le certezze di Roma.

Ebbene, se sei indeciso sulle tantissime chiese da visitare, te ne suggeriamo una che ti lascerà a bocca aperta: la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola. Oltre ad essere  un classico esempio del Barocco italiano, è famosa per le straordinarie illusioni ottiche realizzate da Andrea del Pozzo.

Appena varcata la soglia della Chiesa, sul pavimento potrai ammirare le particolari geometrie dei marmi che ti condurranno al centro della navata. Da qui, alza gli occhi al cielo e ammirerai il fantastico affresco con la Gloria di Sant’Ignazio, che tramite l’effetto di “sfondamento” del soffitto lo fa sembrare alto il doppio di quanto sia realmente, offrendo agli occhi dello spettatore la simulazione prospettica di una seconda chiesa tridimensionale che “poggia” direttamente su quella reale.

La meravigliosa cupola in realtà è finta!
Il soffitto è piatto e al di sopra è stato applicato un dipinto prospettico su tela: è solo un’illusione ottica tridimensionale. Questo ingegnoso espediente venne ideato per sopperire alla mancanza di fondi destinati alla costruzione della cupola. Ma si dice anche che siano stati gli stessi abitanti del quartiere Campo Marzio a non volerne la costruzione. Essa, infatti, avrebbe oscurato il sole.

Tra giochi e virtuosismi pittorici, la Chiesa di Sant’Ignazio a Roma, si presenta come una delle più rappresentative di questo genere che tendeva a stupire l’osservatore con espedienti illusori e geniali.